(…) per decenni femminismo ha significato donne che si sono occupate di far rispettare diritti primari, non bazzecole. Quest’anno ricorrono i cento anni del Movimento delle suffragette che combatterono dando in alcuni casi anche la loro vita per ottenere giornate di lavoro che fossero “solo di 12 ore” e non di quattordici; che lottarono per avere aumenti di salario, in quel tempo enormemente inferiori a quelle degli uomini, che chiedevano di restare a casa almeno qualche settimana dopo il parto, anziché portarsi i neonati sulla schiena mentre lavoravano in fabbrica in condizioni spesso disumane. È necessario interpretare le denunce di questi mesi come un passo indispensabile verso un mondo più giusto, più equo, sulla scia del cammino intrapreso cento anni fa. Questi giusti diritti potevano essere reclamati in modo indolore, meno aggressivo? - si chiedono in tanti. Forse, ma tenete a mente che per secoli non ci hanno lasciato alternative. Guardate: da anni chiediamo che le donne siano rappresentate in modo diverso, più realistico e con numeri significativamente più importanti nei media. Lo chiediamo con le buone maniere: nessuno risponde. Anche qui: non ci stanno lasciando alternative a richieste più ferme.


LORELLA ZANARDO

da Il Fatto Quotidiano, 18 novembre 2012


NON TENERE TUTTO DENTRO: 1522 NUMERO ANTI VIOLENZA E STALKING
112 NUMERO UNICO PER LE EMERGENZE

TELEFONO ROSA

La violenza sulle donne non merita scuse. Parlane con noi siamo qui per ascoltarti

Chiamaci al numero 0458015831
Lunedì dalle 15.30 alle 17.30 - Martedì dalle 9.30 alle 11.30 - Mercoledì dalle 18.30 alle 20.30
Giovedì dalle 18.30 alle 20.30 - Venerdì dalle 12.00 alle 14.00
Quando non sono presenti le volontarie, la segreteria telefonica è sempre attiva.
Il nostro indirizzo e-mail è trverona@gmail.com